Blue Velvet – recensione e manicure con Opi Ink Suede

Ciao a tutti!

Oggi vi parlo di uno dei miei smalti preferiti, ovvero l’Opi Ink Suede. Non è di certo l’ultimo grido in fatto di smalti, infatti ce l’ho  da tempo, avendolo comprato su Ebay nel 2010.  Allora era la hit del momento: la Opi aveva infatti appena lanciato la finitura suede ed io ricordo che avevo fatto di tutto per accaparrarmi questo blu indaco  per provare la novità. Chi mi legge sa che la Opi non è tra i miei marchi preferiti perché è insensatamente cara, ma per questo smalto ho capitolato:  gli opi suede non sono i soliti matte, sono pieni di microglitter che donano un aspetto quasi vellutato. Infatti non mi spiego come abbiano chiamato questo smalto “Ink” quando “Blue Velvet”  (come l’omonimo film di David Lynch!) sarebbe stato molto più appropriato e soprattutto suggestivo🙂

forsithia1

Today I’ll be reviewing one of my all times nail polish favorites: Opi in Ink Suede. It’s an “oldie but goldie” as I bought at an Ebay auction in 2010. I remember staying late at night in order to place bids for it, I was really really curious to see firsthand this new finish “suede” that was the last cry by Opi at the time. If you read me from quite some time you know Opi doesn’t quite appeal to me because it’s too pricey, but I was in love with the soft effect the suede series seemed to have. It’s the regular matte finish you know packed with really small glitters so it looks (and feels, most of all!) velvety. Actually I don’t think “Ink” is a fitting name, I’d rather have called it “Blue Velvet” (as the David Lynch film) because it just looks as gorgeous as blue velvet on your fingernails.

Ecco due prove: Una alla luce del sole e una in ombra. Come si vede alla luce questo smalto dà il meglio di sé perché si vedono tutti i glitterini ed è meraviglioso.❤ La sensazione tattile è a metà strada tra una fuzzy manicure (manicure con le fibre) e un matte, e quando lo porto spesso va a finire che mi tocco le unghie (sì lo so sono pazza)

swatches

I’ve done two swatches, the first is in the shade, the second is in direct sunlight, so you can see Ink in all its glittery magnificence. It feels halfway between a fuzzy manicure (my valentine fuzzy manicure) and a matte nailpolish: I love it. I love it so much that when I wear it I cant help but touching my fingernails (yes, I’m insane ;D)

Purtroppo ci sono dei lati negativi : come tutti i matte, Ink Suede

  • Si asciuga in fretta
  • Si scheggia subito

Quando dico “si asciuga in fretta” non è una cosa positiva, perché si asciuga letteralmente TROPPO in fretta. A volte mi è capitato di stendere una pennellata quando l’altra era già completamente secca…
La scheggiatura è un problema solito dei matte, e la stessa Opi ci avverte nel foglietto di accompagnamento che questo finish regge meno dei classici smalti; io direi “poco e niente”, visto che dopo mezza giornata le mie unghie erano già ridotte così:

chipped

Every rose has its thorns, though;  Ink Suede

  • Dries quickly
  • Chips as quickly as it dries

When I say it dries quickly I mean it dries so fast I usally find myself applying the second stroke while the first is already dry. Definitely you don’t want this to happen but with mattes it’s quite common.
Also the instant chipping is typical with mattes, and Opi Ink comes with a small leaflet that warns you about the lesser duration. I’d says the null duration as exibit 1 above shows (my manicure after just some hours from applying).

Nonostante questo io adoro questo colore e soprattutto questo finish, così ho deciso di seguire il suggerimento che la Opi dà sullo stesso foglietto e dipingermi le punte delle unghe con un colore “normale”, in modo da rendere la manicure più resistente. Ho scelto l’Essence Spellbound perché crea un bel contrasto, essendo a base verde, e ci ho disegnato dei triangoli che ho poi contornato con dello smalto nero. Vi piace questo look? Fatemi sapere!

bluevelvet2

bluevelvet1

Since I love this shade and most of all, finish, I decided to follow Opi’s suggestion on the same leaflet and paint my fingertips with a different regular color, in order to make my manicure last longer. I picked another dark blue, Essence Nail Art Magnetics in SpellBound-which  contrasts nicely with the base having a distinct green undertone- and painted my fingertips in shape of a triangle. I completed the look with a black chevron and a dot.  Do you like this style? Let me know!

PS: Stavo facendo spazio nel mio hard disk e ho trovato queste vecchie foto risalenti a questa primavera… non so come mai non le abbia pubblicate prima. La meraviglia dai fiori d’oro che vedete è una Forsithia, pianta molto resistente che di solito è tra le prime a fiorire, a marzo. Se non ricordo male però io ho scattato queste foto ad aprile, e infatti quest’anno ha fatto freddino🙂

forsithia2PS: Tidying up my hard drive I ran into some ubpublished pics I took this  spring… I don’t know why I didn’t post them before. The golden flowered beauty you see holding the bottle is a Forshithia and it blossoms usually in march, even though this year spring was late and a tad cold and it flowered in april.

2 thoughts on “Blue Velvet – recensione e manicure con Opi Ink Suede

  1. “Si asciuga in fretta” (il mio cuore ha fatto un balzo perché puntualmente non riesco ad aspettare e mi rovino la manicure OPPURE sembra asciutto e invece non lo è, maledetto troll d’uno smalto)
    “Si scheggia subito” (ed è subito tornato giù)

Di' la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...