Martisor nails + I’m still alive!

Ciao a tutti!

lo so, sono una cacca, manco tipo da quasi un mese dal blog, vi avevo promesso che avrei recensito i pigmenti essence e non solo ho tutte le loro foto da ritagliare, ma ho anche tipo n1000 cose lasciate indietro, dalla paciugopedia fino alla recensione completa della NudeTude! Il fatto è che I pianeti si sono congiunti senza affanno (cit.) e nello stesso periodo in cui io ho trovato un nuovo lavoro  che ha scombussolato i miei ritmi abituali (e che mi piace moltissimo, tralaltro) il caricabatterie del mio pc ha pensato bene di scassarsi definitivamente, e così addio post programmati! Finalmente in possesso di pc carico, mi sono resa conto che per questo non avevo pubblicato la manicure che ho sfoggiato a san Valentino, per la quale mi ero scervellata a trovare un’idea originale!

sugar spun heart nail

Stavo giusto pensando di non pubblicarla o al limite di postdatarla  quando il mio ragazzo mi ha suggerito una soluzione alternativa:  “Ma falle per Dragobete, no?”

lol

E in effetti Dragobete sarebbe cascato proprio a fagiuolo, perché è  la versione “alternativa” di S.Valentino che si festeggia in Romania  (e che palle direte voi) 😀 dieci giorni dopo, il 24 febbraio. Da quel che  poco che so io Dragobete è l’omologo slavo e adulto di Cupido, e la sua festa cade non a caso in un periodo in cui i rigori invernali cominciano a cedere il posto a un po’ di sole. Oggi 1° Marzo, invece, è Marțișor, la festa che segna l’inizio della stagione primaverile. E’ una festa legata alla fertilità dei campi e all’amore, e secondo la tradizione alle ragazze  si regalano nastrini bianco-rossi intrecciati e mazzetti di bucaneve.

Foto di Ionuț Sandu – CuvinteAlese.ro

Un marțișor, oggetto simbolo d’amore tradizionalmente regalato alle ragazze il 1° marzo

Vabè, dove eravamo? Ah, sì, che per elaborare un’idea a tema romantico quest’anno mi sono scervellata abbastanza. Non volevo fare qualcosa di banale ma nemmeno talmente fuori tema da rirsultare troppo scorrelato. Quindi: rosso (e te pareva) e cuori, d’obbligo! Che, manco a farlo apposta, si sarebbero scoperti essere adatti anche alla pubblicazione in differita, in quanto proprio il bianco e il rosso sono i tradizionali colori del Mărțișor. Poi, complice anche un tutorial di Roslion sulla sugar spun manicure, ho cominciato a visualizzare l’idea di un gomitolo fatto a forma di cuore… due gomitoli fatti a forma di cuore. Legati da un  sottile filo rosso, che sta a simboleggiare la distanza, fisica o immateriale che sia, che spesso corre tra due persone. A volte la vita aumenta questa distanza a dismisura e solo un legame forte riesce a tenerle unite.

Ok, ora che mi sono ripresa dalla botta di romanicismo à la Coelho, passiamo al sodo! Sapevo che avrei avuto bisogno di un qualcosa per creare l’idea dei fili di lana (e qui sono venuti in aiuto il mio nuovo smalto rosso-arancio e uno stuzzicadenti in legno che ho usato per “filare” e poi distribuire il colore sull’unghia, ma come delimitare i fili alla sola zona del cuore? Semplice! Con un pezzetto di carta plastificata, la stessa che utilizziamo per ricoprire i libri di scuola! Il retro della carta da libri è quadrettato e si presta benissimo a essere ritagliato. Io ho usato due quadratini due per due, e ho sfruttato la simmetria per ritagliare un cuore più o meno decente aiutandomi con delle forbicine da cucito, che rispetto alle tradizionali forbici hanno una lama più fine e appuntita.

taglio

Ho steso una base bianca e poi ho applicato la plastica ritagliata a cuoricino sulle unghie di indice e anulare in modo da creare uno stencil. Nel frattempo ho messo sopra un foglio di plastica una goccia di smalto rosso in modo che si addensasse per la sugar spun manicure.  L’importante è depositare lo smalto in gocce abbastanza abbondanti in modo che si rapprenda ma non si secchi!

sugar spun manicure

Ed ecco i primi fili di smalto…. Si creano così: dopo che lo smalto è sufficientemente denso (io ho aspettato 5 minuti) si avvicina il più possibile l’unghia alla goccia di smalto, e poi si “tira” il colore mediante uno stuzzicadenti di legno, dal colore all’unghia. Si deve spettare che i fili si secchino completamente per poi cercare di togliere lo stencil senza spezzare troppo i fili.E’ un procedimento un po’ difficile da padroneggiare sulle prime e infatti il secondo cuore (quello sull’anulare) mi soddisfa di più!

sugar spun martisor

san valentino nail art

Per questa manicure ho usato due smalti che ho preso di recente da Marionnaud; uno è della casa stessa, l’altro è uno smalto effetto gel di Collistar. Al momento non li ho sottomano perché li tengo nella casa dove abito in settimana, ma prometto che appena ci metto le mani vi dò i numeri di riferimento! In realtà li ho fotografati soprattutto perché le loro boccette viste insieme mi ricordano un po’ me e il mio ragazzo: lui è quello alto e magro e io sono un po’ meno alta (ma comunque alta) e con il classico fisico a pera 🙂

smalti sugar spun

in love

Beh che dire… buon inizio di primavera a voi! (Lo so che piove in tutt’Italia e tecnicamente la primavera inizia tra 20 gg, ma non pò piovere per sempre, no? :D)

Manicure per l’Epifania (Water marble sperimentale) – Experiment: water marble star!

Nella notte di Natale, Babbo Natale porta i doni a tutti i bambini del mondo, ma i bambini più fortunati sono quelli italiani, perché in Italia nella notte dell’Epifania ricevono degli altri doni. Li porta loro la Befana, una vecchina che vola di casa in casa a cavallo di una scopa.
“La Freccia Azzurra”

Hiya!

Tomorrow will be Epiphany. Traditionally this means, at least in Italy, that holidays are over, back to school! I love the Befana, who is a popular character in Italy (an old woman /witch riding a broom  who represents Epiphany and fills good kids stockings with toys and treats, and bad kids’ with coal) and I think it’s a quite neglected festivity.

Befana from the popular animated film “How the Toys Saved Christmas”

Ciao a tutti!

Eggià, domani è l’Epifania. Di solito questo significa, perlomeno in Italia, che le vacanze scolastiche sono finite e che si torna sui banchi. Io amo tanto la figura della Befana, e penso sempre che si festeggi troppo poco, anche perché forse c’è un po’ di malinconia (l’Epifania tutte le feste porta via – ohoho come sono origgginale)

La Befana by Silvia Ziche

Even though I love the italian feminine counterpart of Santa, I decided to do a reprise of my very first nail art posted here on this blog, which is the Comet star nail art on a blue background. I’m very fond of that design, even it’s  a bit sloppy, and I’m happy of all the visits I’m getting in this period!
Anche se io AMO la Befana, ho deciso comunque di fare una riedizione della mia primissima nail art su questo blog, ovvero, la nail art con stella cometa su fondo blu. Sono affezionata a quella nail art anche se è un po’ ciompa, proprio  perché è la prima che ho condiviso, e sono anche molto contenta di tutto il traffico che sto ricevendo in questi giorni!

Lately I fell in love with water marbling, and I wondered if I could draw simple shapes on water. I started thinking to a bicolor star on the same blue background I used before, an accent nail. And I succeded (quite).
Ultimamente sono fissata con il water marble e mi sono chiesta se potevo disegnarci, oltre che ai ghirigori, anche forme semplici e circoscritte. Ho cominciato a pensare a come sarebbe stata la mia nail art dell’Epifania: una semplicissima stella cometa su sfondo blu realizzata con la tecnica water marble. Ci sono riuscita, più o meno!

1 You need a yellow and an orange nail polish, a transparent base, a toothpick, a plastic cup filled with room-temperature water (I live in an area where water is not so hard, but if you know your tap water is highly mineralized, go for the distilled version).

occorrente water marble

1 Occorrente: smalto giallo e arancione, base trasparente, stuzzicadenti e un bicchiere di carta pieno d’acqua a temperatura ambiente (nella mia zona l’acqua è abbastanza dolce, ma se sapete che da voi l’acqua è calcarea utilizzate quella distillata, dicono sia meglio)

2 Put 1-2 drops of the transparent base in the middle of the cup. Wait 20-30 seconds for the base to spread and dry. The base will prevent the star design to spread on the water surface, so waiting is crucial.

transparent base nailpolish
2 Posate una o due gocce della base trasparente sul pelo dell’acqua. Aspettate 20- 30 secondi in modo che lo smalto si espanda e si secchi a mo’ di pellicola. E’ molto importante che aspettiate perché la base circoscriverà la stella impedendo allo smalto colorato di espandersi troppo.
3 Now put a drop of the yellow color in the center of the cup. Don’t be too liberal, you don’t want it to spread too much, even if the base should block it.

smalto giallo
3 Versate una goccia del giallo al centro della base. Non esagerate con lo smalto , è meglio che non si espanda troppo (anche se la base dovrebbe evitare che questo accada.

4 Put a drop of the orange color in the middle of the yellow area, wait it to spread it a bit and then start to draw the spikes with the help of the toothpick. Start from the very center of the circle towards the exterior until you have it done. If it’s necessary, adjust the shapes of the angles with the toothpick.

water marble star
4 Versate una goccia dello smalto arancione al centro, aspettate che si espanda un pochino e poi cominciate a tracciare le punte della stella, spostando il colore con lo stuzzicadenti dal centro e arrivando ai margini. Potrebbe esserci il bisogno di aggiustare la forma della stella, basta sempre aiutarsi con lo stuzzicadenti.

5 Now dive the finger into the water cup as you would for a regular water marble mani. The difference here is you don’t have to remove the excess polish with the toothpick, because it’s already solid in form of a film, and this would screw the star design. Let it stick gently on your finger. The nice thing is you don’t have the need for use scotch tape as the nail polish is clear and easily removable! Allow to dry, even 10 minutes, because color is really concentrated.

water marble star

5 Ora mettete l’unghia sulla stella come fareste con una water marble classica. L’unica differenza è che NON dovete rimuovere l’eccesso di smalto trasparente con lo stuzzicadenti perché è già in pellicola, e toccandolo storcereste la stella mandando tutto a ramengo. Appoggiate l’unghia, poi delicatamente immergete tutto il dito finché la pellicola trasparente si avvolge intorno al vostro dito. La cosa bella è che manco dovete usare lo scotch, visto che lo smalto trasparente è super facile da pulire! Aspettate almeno 10 minuti, il colore è molto concentrato e ha bisogno di tempo per asciugarsi.

water marble christmas star

I didn’t like the final effect, so I grabbed the acetone bottle and erased ALL from my nail. Then after one hour I decided to go for a new version. The version you see here is a bicolor star, in fact I started drawing spikes from the first circle, and if you go for this variant you must be very calm and patient as the transparent base doesn’t quite help. But you can do this also! As my beloved Spellbound is nearly empty,  I decided to wear a transparent nail polish on the other fingers. I hate that polish and I seldom use as it takes ages for drying.

nail art epifania

Devo dire la verità, alla fine non mi piaceva l’effetto con il cerchio intorno alla stella, quindi  ho rifatto tutto, cancellando anche le altre unghie dal nervoso. Poi sono tornata a più miti consigli… la versione finale che vedete qui, infatti è una stella bicolore ottenuta creando le punte a partire dal cerchio giallo. E’molto difficile ottenerla alla prima in quanto lo smalto trasparente blocca la macchia gialla, ma con un po’ di pazienza io ci sono riuscita!
Siccome il mio adorato Spellbound sta quasi finendo, ho impiegato sulle altre unghie un colore della Joelle molto trasparente che uso raramente in quanto ha un tempo di asciugatura geologico.

star water marble nail art

water marble star.nail art

Spero che vi piaccia e… Auguri!!

List of used products
Lista dei prodotti usati:

Deborah nail creator 2 in 1, base
Deborah Pret à porter Sun Power
Sinful colors Anemone
Essence Magnetic Polish, Spellbound
Joelle no. 72

Black and gold – Trucco per il Capodanno

Ciao a tutti!

Vi lascio uno spunto veloce per il trucco di capodanno. Non ho moltissimo tempo  perché devo uscire tra poco, e non riesco a pubblicare già oggi il fototutorial che volevo, o mettere una traduzione inglese decente, ma almeno vi posso lasciare qualche foto se cercate un’ispirazione dell’ultimo minuto.

trucco capodanno

trucco capodanno oro nero

trucco capodanno


Adoro questa canzone, adoro l’accoppiata nero e oro, per me è elegantissima e senza tempo, e trovo che sia l’abbinamento passepartout per le occasioni di festa. E’ strano perché solitamente non amo il nero da solo (anzi lo detesto proprio), infatti ho fatto fatica a trovare una maglia nera nel mio guardaroba ed è la prima volta che uso lo smalto nero come base in sé e non come smalto da nail art. (PS, se vi interessa è il  numero 144 Back To Black di Essence)

trucco capodanno nero e oro

trucco eyeliner oro capodanno

trucco nero oro capodanno

Il trucco consiste in due toni molto scuri (un marrone scurissimo glitterato e un nero puro) sfumati tra loro, con una riga di eyeliner dorato contornata da un eyeliner nero opaco. La bizzarria di questo trucco sta nel fatto che il tono più scuro, invece di essere attaccato alla rima palpebrale, contorna il tono più chiaro. Infatti le ciglia sono lasciate nature, senza nessun mascara o gel. Anche il resto del viso è super naturale, oltre a una bb cream che ho messo per uniformare la tinta del viso e a un correttore in stick verde per mascherare eventuali brufolazzi, non c’è proprio nulla: né fard, né cipria, né illuminante. Niente. Unica concessione al trucco labbra, con un rossetto che (almeno credo) è il mio tono My Lips But Better: il Natural Beauty di Essence. Ho pensato di abbinarci qualcosa come un fucshia però poi ho pensato che era meglio tenere la bocca più naturale e “defilata” possibile, visto che già gli occhi sono molto carichi.

trucco capodanno trequarti

DSC07790
Ho fatto anche una variante un po’ più azzardata ma purtroppo l’eyeliner dorato mi ha tradito sotto l’occhio sinistro, quindi niente look completo ma vi posto la foto dell’occhio sano se volete trarre ispirazione: (chiedo scusa per la cuticle line delle unghie, ma dopotutto è pur sempre la mano destra, capitemi : D)

variante 2

Prima di congedarmi vi auguro un prospero e felice 2014, sperando che, se il 2013 è stato una ciofeca o è stato comunque difficile, l’anno che viene sia foriero di tante belle cose.

I prodotti che ho usato:

BASE:
Correttore rossori :  Deborah 24 Ore Perfect in 06 Green
BB Cream : L’Oréal Nude Magique CC Cream Violetto

OCCHI

Base: The Balm Nude’tude palette, Sassy
Palpebra fissa: The Balm Nude’tude palette, Silly
Palpebra mobile e “v”: The Balm Nude’tude palette, Serious

Golden Rose Style liner metallic 02 (Gold)
Maybelline Liner Express (Numero?) Nero
(Solo per la variante) Matita nera Ada (????) acquistata in Romania

LABBRA
Essence Longlasting Lipstick 07 Natural beauty

BUON 2014!!!

AUGURIIII

I miei smalti per il natale: Shaka Hologram Silver – My christmas picks: Shaka in Hologram Silver

Il protagonista del post di oggi è il mio primo smalto holo in assoluto, comprato di recentissimo come autoregalo di Natale. Devo dire che Shaka (della quale, prima di comprare la palette Glam, possedevo solo un altro smalto) mi sta piacendo sempre più per la qualità dei suoi prodotti, e dopo averne visto numerosi swatch online ho deciso di comprare questo smalto olografico con effetto lineare, argentato chiarissimo.

The third and last nailpolish of the Christmas series is my first holographic nail polish ever,  Shaka in Hologram Silver, a linear  holo polish with a light silver base color. I saw a lot of swatches of it on the net so I decided to buy it as a Christmas present for myself : )  Shaka is an italian brand that is growing on me because of nice quality products at really small prices; for instance, I paid just 2 E (1.99 exactly) for it.

Continua a leggere

I miei smalti per il Natale: The Winner takes it all Maybelline – My Christmas picks: Maybelline in The Winner takes it all

Ciao a tutti,
come avete passato il giorno di Natale? Spero bene!
Lo smalto natalizio di oggi -il secondo della serie “I miei smalti per il Natale”- è un dorato della serie Forever Strong pro della Maybelline, l’820 “The winner takes it all”, dal titolo di una bellissima canzone strappalacrime degli Abba (ma qui divago!). Se ci penso mi intenerisco perché l’ho acquistato appositamente per realizzare il mio primo post su questo blog, ovvero la nail art con la stella cometa : )

Hiya! I hope you had happy Christmas holidays so far!
Today’s Christmas pick is a gold nail polish from the Forever Strong Pro range from Maybelline, no. 820 in “The winner takes it all”. It’s named after a great heartbreaking song from Abba (hmmm I’m derailing). I’m particularly fond of this color since i bought it especially for the first blog entry here, namely ( the Christmas Comet nail art – sorry, italian only).

IMG_7110_ridotto

Comet nail art – nail art Epifania

Continua a leggere

I miei smalti per il Natale: Good Luck Green di Deborah – My christmas picks: Deborah Good Luck green

christmas candy cane marble nail art

Ciao a tutti!

L’ultimo periodo è stato pienissimo: ho finalmente conseguito la tanto agognata laurea specialistica e presa dall’organizzare il tutto ho sentito meno l’atmosfera natalizia. Così, mentre le altre blogger pubblicavano a nastro manicure festive, io mi preoccupavo di trovare, nell’ordine: un tocco da laureata (perché mammà ha voluto che lo mettessi*) calze non troppo coprenti che non stonassero con un abito vinaccia, e l’esatto numero dei commensali per i quali prenotare al ristorante… Scartata l’idea di fare nove manicure, una per ogni giorno della novena (il periodo preparatorio al Natale tipico del cattolicesimo) voglio comunque fare una carrellata degli smalti che per me “fanno più Natale”, a partire da questo post.

These last days were hectic: I finally got my master degree and I didn’t quite realize it was Christmas time too! While other bloggers relentlessly posted amazing Christmas nail designs, I was busy finding a mortarboard (which my mom EXIGED me to wear for the occasion), a pair of sheer stockings not clashing with my burgundy dress, and the exact amount of guests at the restaurants. So I gave up the idea of posting nine different styles (each for every day of the traditional catholic preparatory period to Christmas, a.k.a. Novena) but, starting from this very post, I’ll give you a glimpse of my favourite Christmas colors  and styles!

Continua a leggere

Manichiura tricolor de ziua naționala României Romanian flag-inspired manicure

Trei culori cunosc pe lume
Ce le tin ca sfânt odor,
Sunt culori de-un vechi renume
Amintind de-un brav popor.
Cât pe cer si cât pe lume,
Vor fi aste trei culori,
Vom avea un falnic nume,
Si un falnic viitor.
Rosu-i focul vitejiei,
Jertfele ce-n veci nu pier
Galben, aurul câmpiei,
Si-albastru-al nostru cer.

Hiya!

Today the 1st of December is a very important day in Romania: it’s the 95th National Day (Ziuă Națională). On that day in 1918 the regions of Transylvania (which was under hungarian rule) and Basarabia were annexed to the historical old reign of Romania. As far as I know, Romanians are generally quite patriotic (or, at least, more than us italians) so they like to attend parades ad throw great parties, and girls like to paint their nails accordingly too! These are just some results I got for googling “manichiura patriotică” (patriotic manicure):

Continua a leggere