PaciugoPedia 2.0 #1 The Return: Primadonna Girl

Rule number three: wear your heart on your cheek/
But never on your sleeve, unless you wanna taste defeat/

Marina and the Diamonds, “How to be a heartbreaker”

(Attenzione: con la bella stagione la sottoscritta si lancia in veri e propri photshooting: abbiate pazienza, questo post è superipieno di foto, nel caso rassegnatevi e aspettate serenamente l’autunno XD)

Ciao a tutti! Come forse già saprete, Svampi di BeautyBats  grandissima richiesta ha deciso di bissare la PaciugoPedia e ora è appena iniziata la versione 2.0! Se non sapete cos’è la PaciugoPedia leggete qui.
Ho ancora un look dalla prima edizione da pubblicare e quindi anche voi sapete che non sono proprio una persona puntualissima, ma da questa versione subito cercherò di pubblicare in tempo! Il trucco di oggi, creato della makeup artist britannica Heather MakeupMouse,  è molto molto interessante visto che ha tratto di eyeliner grafico che si attaglia alla perfezione alla mia forma degli occhi: non mi  sono ritrovata con le solite fastidiose caccole di eyeliner che mi capitano se ho l’ardire di mettere l’eyeliner nell’angolo esterno dell’occhio (che nel mio caso è ancora mucosa).

Come colori questo trucco purtroppo non mi piace, detesto il viola in tutte le sue forme e infatti ho dovuto chiedere a mia sorella di prestarmi i suoi ombretti altrimenti non avrei avuto con che farlo. Il cuoricino, però, è stato il motivo che mi ha convinto a cimentarmi nell’impresa: non solo è un bellissimo tocco di stile, ma è simile per forma e posizione a quello che Marina Diamandis, cantante dei Marina and the Diamonds, portava  tre anni  o quattro anni fa per il suo album “Electra Heart”:

Le canzoni di Marina sono pop, ma non sono pop scemo: se non ci si fa fuorviare da titoli tipo “Sex yeah” o “Primadonna” e ci si ferma ad ascoltarle, hanno testi bellissimi che come livello sono dieci spanne al di sopra dei testi tutti uguali propinati da Katy Perry, Rihanna and co:

E niente, questo look vuole essere un omaggio (per quanto goffo) a Marina e alla sua musica. Anche le successive puntate della PaciugoPedia saranno omaggi a cose, artisti, film, maniglie bottiglie porte o munghi (cit.).

paciugopedia 2.0 #1_2

Nel primo gruppo di foto sono al sole, nel secondo sono col flash, e si nota anche dal diverso colore dell’occhio : D. Sto seguendo un regime nuovo di pulizia del viso che mi ha aiutato a rimuovere molti punti neri e schifezze, e pur se le macchie e le efelidi sono ancora tutte lì, mi sono sentita abbastanza sbruffona da non sare nessun fondotinta. Alta cosa che manca: il mascara, perché l’ho finito 😛

paciugopedia 2.0 #1 PrimadonnaGirl flash

paciugopedia 2.0 #1 front

Rispetto al look originale l’argento è decissamente preponderante e il viola è solo un accenno un po’ perché non avendo granché spazio sotto l’arcata di solito non faccio sfumature troppo estese, un po’ perché come colore non mi sconfinferava. Come dicevo più sopra, ho utilizzato degli ombretti di mia sorella, per la precisione una palette Inglot che ha acquistato in Polonia ai tempi del suo primo viaggio (we ❤ Polonia). Purtroppo non so dirvi quali sono i numeri delle cialde, anche perché si tratta di una palette componibile; non so se esiste ancora, ma è il cosiddetto Freedom System, che permette(va?) di combinare ombretti, correttori, rossetti e fard in cialda. Beh io amo questi ombretti, han retto tutto il giorno e sono anche pigmentatissimi! Ho usato solo gli ultimi due, ma gli altri colori su mia sorella tengono che è un piacere, quindi mi sento di promuoverli a pieni voti : )

inglot freedom systemL’arrivo della primavera per me corrisponde soprattutto a un tempo sempre maggiore per sperimentare variazioni sul tema originale e scattare foto, quindi questa volta mi sono sbizzarrita e oltre  a manicure e trucco occhi ho azzardato anche un trucco labbra:
paciugopedia 2.0 #1 devotchka

avatarHo usato uno dei miei smalti preferiti, ovvero il 364 di Kiko. La caratteristica che più mi piace di questo smalto è la sua consistenza super liquida, che permette di creare facilmente sfumature più scure dove si stende più prodotto.

paciugopedia 2.0 #1 unghiePer riprendere le sfumature delle unghie ho così deciso di lanciarmi in un tentativo di ombre lips: prima ho applicato una matita morbida color malva, poi ho passato al centro della bocca un gloss della essence rosso fragola (sì, sì, della categoria che è appena andata fuori produzione e che dovevo recensire, ahem). Non so cosa pensare del risultato sinceramente, a voi piace?

paciugopedia 2.0 ombrelips

Prodotti utilizzati:

Benefit Lemon Aid
Maybelline Express liner – neroDeborah Palette ColorExplosion Big – Illuminante Argento
Inglot: ombretti in cialda prugna e viola scuro (ultime due cialde da sinistra)
Bottega Verde Matita Labbra Intensa – Malva
Essence Stay with me longlasting Lipgloss – 07 Kiss Kiss Kiss
Smalto Kiko n.364

paciugopedia primadonnagirl occorrenteSpero che il primo look di questa nuova PaciugoPedia vi sia piaciuto e non vedo l’ora di leggere i vostri commenti e soprattutto le vostre critiche costruttive.  : ) ci vediamo alla prossima puntata!!!

Ah, dimenticavo: in questa board di Pinterest potete trovare tutti i bellissimi lavori delle altre partecipanti!

Follow PaciugoPedia2 #1 by Sara T. on Pinterest

PaciugoPedia #6 : The age of Aquarius

Harmony and understanding
Sympathy and trust abounding
No more falsehoods or derisions
Golden living dreams of visions
Mystic crystal revelation
And the mind’s true liberation
Aquarius! Aquarius!

Hair, “Aquarius

Da quando ho visto la PaciugoPedia n.6 ho deciso che l’avrei fatta. Credo di averlo detto tipo 10.000 volte, ma mi piacciono molto i colori a cavallo tra verde e azzurro: turchese, verde smeraldo, azzurro tiffany, petrolio, ottanio… quindi come potevo farmela mancare? Questo bellissimo look di Linda Halberg ispirato al mondo digitale è infatti un gradiente verticale che tocca tutte le sfumature dello spettro tra il verde-oro e l’indaco. Fantastico per chi come me ha poco spazio sotto l’arcata  (infatti non si fa problemi ad arrivare quasi sotto il sopracciglio),  è fighissimo anche ad occhi aperti.

linda halberg
Questo trucco cade proprio a fagiuolo, poi, per testare il comportamento di alcuni pigmenti Essence Colour Arts che ho appena comprato prima che vadano fuori produzione. E’ la prima volta che mi trucco con dei pigmenti puri in polvere e non sapevo cosa aspettarmi, ma devo dire che non è andata male. Il colore è tremila volte più intenso rispetto al 90% dei colori in cialda che possiedo e bastano veramente pochissimi granellini per colorare tutta la palpebra; meglio però usare la base Essence apposita per avere una buona tenuta. Sfiga ha voluto che non abbia comprato il verde mela  “Kiss the frog” (in realtà perché era troppo frost e poco pigmentato), perché come punto luce verde sarebbe stato perfetto.
paciugopedia 6_2
Non ho idea se questi colori siano il meglio per me, ma di sicuro indossare le mie sfumature preferite mi ha messo di buonumore! Il blu e il verde per contrasto annullano la componente verde degli occhi castani e li fanno sembrare molto più caldi, quasi color caramello, che ne dite?

Paciugopedia 6 age of aquarius

paciugopedia n.6

L’area truccata è quasi a forma di parallelogramma: mettere il colore anche nell’incavo interno dell’occhio non è qualcosa a cui sia abituata e con questo trucco non mi riconosco quasi più! Non so se per la forma, o per lo shimmer, ma vedo questo trucco come molto futuristico, quasi “alieno”.

paciugopedia #6I colori ricordano quelli legati tradizionalmente al segno dell’acquario, che in astrologia è  proprio associato al futuro, al progresso scientifico e alla concordia tra i popoli. In un certo senso tutte cose che hanno a che fare con il tema ideato e svolto da Linda, no? Come se non bastasse siamo appena entrati nel mese del segno, febbraio, e quindi quale momento migliore? (Sì,okkei, il fatto che io sia nata sotto il segno dell’acquario è “solo” un caso… XD). Per aggiungere un tocco ancora più alieno, ho osato quello che probabilmente non oserei mai per uscire di casa: il pigmento blu sulle labbra! L’intento era quello di assomigliare a Barbarella ma mi sa che alla fine sembro più un’avventrice del famoso bar di Guerre stellari… XD

DSC09609

Cosa ho utilizzato:

Essence Colour Arts Eye Base
Essence Colour Arts Pigment 18 Little Mermaid
Essence Colour Arts Pigment 17 Dory in Love
Essence Ombretto Goodness TE The Great and Powerful Oz
Essence Ombretto in stick TE Legends of the sky
Palette Deborah Color Symphony Explosion Big
Kajal Ada
Mascara Essence Maximum Volume Definition

occorrente paciugopedia 6

PaciugoPedia #2: Honey Bee yellow

Ciao a tutti!

Come potete vedere sto percorrendo a ritroso alcune puntate della PaciugoPedia di Svampi di BeautyBats (che nel frattempo ci ha assicurato lo svolgimento della versione 2, yeee!). Non farò tutti i trucchi, ma solo quelli che mi sono piaciuti particolarmente o che rappresentano una sfida tecnica per me. Trovo che non ci sia niente di meglio della PaciugoPedia per uscire infatti dalla propria comfort zone, fatta di colori e stili provati e riprovati.

Paciugopedia 2 pinkrobotHo scelto di cimentarmi in questo trucco  della nosta vecchia conoscenza PinkRobot per via di quel giallo sole applicato sulla palpebra mobile, che a me piace ma non metto mai! Il giallo nel trucco occhi mi fa sempre pensare a Beyoncé. Queen Bey infatti lo sfoggia spesso, sia nei videoclip che sul tappeto rosso. Come dimenticare, ad esempio, il total yellow di Honey Bee in “Telephone”?

beyoncé telephone

Ops! Lady Gaga feat. Beyoncé – “Telephone” – Trucco di Billy B

Oppure la rigozza di eyeliner dello stesso colore dello sfondo in “Countdown”?

beyoncé countdown

Beyoncé – “Countdown” – Trucco di Francesca Tolot

Insomma, trovo che il giallo le stia benissimo perché esalta il suo bellissimo colorito scuro e neutro. Chiudendo questo excursus da fan scema, passo alla mia versione della seconda puntata dei paciughi. Non so come sia successo (no, anzi lo so: per la mia patente incapacità a sfumare due colori nell’incavo oculare, ecco cosa) ma questo trucco s’è decisamente ridimensionato nella parte dei marronazzi. C’è pochissimo bronzo e in effetti l’insieme risulta molto più freddo dell’originale. Sono comunque molto soddisfatta dell’insieme generale, direi che ha un vago sapore anni ’60.

paciugopedia 2

Per delineare una demarcazione netta tra la palpebra mobile e quella fissa ho usato un eyeliner in gel dalla palette per smoky eyes “Punky”, della Essence, purtroppo fuori produzione. Trovo che usarlo renda notevolmente più facili le cose rispetto a una matita o peggio a un ombretto, perché essendo più denso è facilmente sfumabile senza per questo mischiarsi con gli altri colori. Ho poi ritoccato la sfumatura col marrone coordinato della stessa palette e con un bronzo che purtoppo qui non si vede molto. Il giallo invece viene dalla famosa Glam Palette, e devo dire che non mi ha delusa!

paciugo pedia 2

paciugopedia  n. 2

paciugopedia devotchka

Cosa ho usato:

Benefit LemonAid
Kajal  nero Ada
Shaka Glam Palette “Topazio”
Essence Smoky Eyes Palette “Punky” (Fuori produzione)
Limoni Beauty Ombretto cotto  n.009
Maybelline express liner (nero)
Essence Mascar Maximum Volume Definition

Spero che vi sia piaciuto!

Paciugopedia #10 (radiant orchid)

E questa partecipazione…. appena iniziata… è già finiiiiiiiiiiiiiitaaaaaaaaaaa… Eh già, Paciugopedia termina con il decimo look, tratto dall’account Instagram di PinkRobot92. Ho visto i post di alcune delle altre partecipanti e da quel che ho capito, poverino, non è stato molto amato. Io invece non vedevo l’ora di provarlo perché mi piacciono molto i colori accesi e trovo che mi donino pure!

Il trucco è abbastanza semplice: solita linea di eyeliner molto marcata, una sfumatura nell’incavo dell’occhio realizzata con un bronzo acceso e come colore di base sulla palpebra mobile, un lilla-viola. Nell’angolo interno un ombretto illuminante, nella rima palpebrale inferiore invece matita bianca più matita blu elettrico. Le ciglia sono la cosa che mi piace meno, sono troppo “esplose” (non so come altro dirlo). Ma tutto sommato adoro i trucchi di questo genere, e già mi ci ero cimentata con la palette Glam qualche tempo fa.

paciugopedia #10

In realtà il post sarebbe già stato pronto ieri sera, ma riguardando le foto non ne ero per niente soddisfatta e così ho deciso di riprovarci stamattina, anche perché in cielo splende il sole e questo significa la possibilità di fare foto decenti! Ammetto di non aver capito subito che tipo di viola fosse stato applicato sulla palpebra mobile:  ieri sera avevo usato un fuchsia ma guardandolo meglio mi son resa conto che PinkRobot ha usato una sfumatura leggermente fredda di viola, direi che è proprio il color “Radiant orchid“, che Pantone ha scelto per rappresentare il 2014 (se non erro l’anno scorso il colore Pantone era un verde smeraldo). Siccome non possiedo  quel colore me la sono cavata mischiando due viola dalla megapalette Deborah che mi ha regalato uno dei miei zii per Natale, e l’effetto mi piace un sacco.

paciugopedia 2 versioni

Sono stata un po’ meno generosa  con l’eyeliner, e la sfumatura è stata realizzata molto più in alto rispetto a quella nel trucco originale, perché altrimenti ad occhi aperti non si vedrebbe nulla (eh sì, ho una piega oculare abbastanza profonda). Ho provato a usare il piegaciglia ma siccome su di me dopo mezzo minuto le ciglia sono nuovamente depresse e giù di corda non credo che si veda molta differenza ;). Lo smalto invece è rimasto lo stesso da una volta all’altra, era talmente carino che l’ho mantenuto anche se quel fuchsia era stato pensato per il trucco “vecchio” e non c’entra niente con il colore che ho messo la seconda volta ; )

paciugopedia n. 10
paciugopedia 10 unghie

La cosa più difficile di questa decima e ultima puntata della paciugopedia: passare il mascara sulle ciglia inferiori senza per questo sembrare emuli di Alexander deLarge. Ma il bello della PaciugoPedia è fare cose che non faresti del solito, provarci e riprovarci e impratichirti, quindi al secondo giro penso di essermela cavata meglio, che dite?

paciugopedia 10_ frontal 2

paciugopedia 10 unghie gradient

DSC08329

Sì, lo so, potrei sorridere invece di far ‘sta faccia da signorina Maccabei. Il fatto è che le foto  dove sorridevo son tutte venute malissimo o sfocate, quindi vi beccate ‘sta faccia da signorina gnegne : D

Ringrazio ancora tantissimo Svampi per quest’idea, io credo proprio che recupererò le vecchie puntate. Intanto tu però la fai  una PaciugoPedia 2.0? Altrimenti non ho più lo stimolo ad alzarmi presto di domenica!

tipregotipregotipregotipregotiprego

I prodotti che ho usato:
colori utilizzati paciugopedia 10

Primer occhi: Benefit Lemon Aid
Deborah Color Symphony (Explosion- big) : per l’ombretto viola, arancio e per l’illuminante (li vedete evidenziati in giallo nella foto sopra)
Ombretto giallo: Shaka Glam Palette, “Topazio”
Matita bianca: Deborah Kajal 117
Matita blu: Essence Long Lasting Pencil 09 “Cool Down”
Eyeliner: Maybelline Express liner
Mascara: Essence Maximum Definition Volume Mascara
Smalto: Essence Colour and go 108 Ultimate Pink

Per la variante fuchsia:
Shaka Glam Palette, “Rubino”
Shaka Glam Palette, “Corniola”

PaciugoPedia #9

Siccome io sono una donna che è talmente avanti che è due passi indietro, mi sono aggregata al progetto PaciugoPedia solo adesso.  La collaborazione/enciclopedia del trucco (idea geniale!!!) creata da Svampi di BeautyBats comprende dieci trucchi e ormai siamo al nono… beh meglio tardi che mai!

PaciugoPedia è nata con l’intento di creare una specie di enciclopedia: varie blogger copiano e riadattano un trucco occhi altrui proposto da Svampi in modo che risalti bene sulla loro tipologia di occhio/palpebra/incarnato… Il trucco numero nove è di una MUA australiana, Angie Y. Qui trovate la foto del trucco e qui invece la pagina Facebook di Angie.

angie

C’è una base color champagne, con la sfumatura nell’incavo bronzo, che poi progressivamente diventa porpora e poi nero man mano che si avvicina all’angolo esterno dell’occhio. A corredo, una generosa passata di mascara nero e una riga di eyeliner piuttosto cicciuta. Che dire? mi piace molto la tonalità oro bianco/champagne che qui è stata usata sulla palpebra mobile, e adoro quel verdino. A me il verde piace da matti, peccato che sono sempre stata convinta che quello pastello stonasse su di me.

paciugopedia nove
Quanto ho visto questo trucco infatti ho pensato: “Naaah non è per te, cos’è tutto quel cat eye e soprattutto tutto quel colore sulla palpebra inferiore? Ti starà sicuramente malissimo, con la palpebra cadente che ti ritrovi. E poi dove lo trovi il colore verdolino? ”
Alla fine però questo trucco mi è piaciuto molto, anche su di me. Non è stato facilissimo farlo, perchè fare la sfumatura (per di più con 3 colori!!!) nell’incavo dell’occhio per me è sempre complicato. Ho infatti un’orbita molto molto prominente, e per me è difficile uscire dall’incavo naturale dato dall’osso.

paciugopedia #9

Per di più ho due aree che proprio fan fatica a tenere il colore: l’angolo esterno dell’occhio e la zona dove un tempo c’era la coda del sopracciglio: proprio non ne vogliono sapere di tenere il colore, e quindi ogni tanto dovevo fermarmi e ripassare il bronzo sotto il sopracciglio o ritoccarmi l’eyeliner lì dove termina  il bordo esterno della palpebra superiore (forse nelle foto un po’ si vede). Sono rimasta molto leggera con la sfumatura nell’angolo interno dell’occhio, infatti ho fatto partire la sfumatura porpora da metà palpebra e non ho calcato tanto col bronzo perché già la conformazione del mio setto nasale rende quell’area molto incavata e quindi più scura.

paciugopedia 9 devotchka

Gli ombretti provengono da due palette: per l’esattezza il color champagne e il bronzo che ho sfumato nella piega vengono dalla palette Pupa Princess (versione rosa), che mi è stata regalata per Natale, mentre il nero e il porpora vengono dalla Nude ‘tude di the Balm, un autoregalo che mi sono fatta per la laurea e che avete visto utilizzata nel mio trucco per Capodanno. In questo periodo sto testando entrambe con gran soddisfazione e tra poco ve ne parlerò più estesamente. Io adoro “Sexy” (il porpora della Nude ‘tude),  rende una palette basata sui marroncini e sui rosa memorabile (tiè, Naked!), ma sono sempre stata a corto di idee su come abbinarlo. Per quanto riguarda la rima palpebrale inferiore, invece, ho fatto di necessità virtù e ho mischiato due matite: una verde e un’altra turchese, perché non amando i colori pastello non avevo quel verde in casa.

Che ne dite? Fatemi sapere! ^^

paciugopedia numero 9

paciugopedia 9
Prodotti usati:

Ombretto champagne Pupa princess palette rosa, ombretto 3+4
Ombretto bronzo: Pupa princess palette rosa, ombretto 7
Ombretto porpora: Nude ‘tude the Balm, “Sexy”
Ombretto nero: Nude ‘tude the Balm, “Serious”
Eyeliner: Mayelline liner express, nero
Mascara: Essence Maximum Definition Volume mascara
Palpebra inferiore: Essence Long Lasting Tu-tu turquoise
Palpebra inferiore: Matita occhi Dolly n° 12